29 Giugno Giornata Mondiale della Sclerosi Sistemica

Associazione Nazionale di Pazienti e Famigliari,
Volontariato e Solidarietà Famigliare.

Pisa è in corso lo studio per l’utilizzo del laser per diagnosi precoce in sclerosi sistemica

Pisa è in corso lo studio per l’utilizzo del laser per diagnosi precoce in sclerosi sistemica

 4 febbraio 2013 – Presso  l’unità di Reumatologia Universitaria dell’Azienda  Ospedaliera Pisana diretta dal Prof. Stefano Bombardieri –  già centro di riferimento  anche per le malattie autoimmuni sistemiche – si sta utilizzando il Laser ai fini di una ricerca condotta allo scopo di individuare parametri semplici e riproducibili che aumentino la  sensibilità nella diagnosi precoce di Sclerosi Sistemica e consentano di monitorare in modo attendibile la risposta al trattamento.

Utilizziamo un apparecchio denominato LASCA –  spiega la dottoressa Alessandra Della Rossa – che consente la mappatura di un'area cutanea. Il lavoro dell'estratto è stato pubblicato recentemente su Clinical and Experimental Rheumatology .  I’utilizzo del Laser,  eseguito da me e dal  Dott. Massimiliano Cazzato, è su pazienti affetti da fenomeno di Raynaud primario o secondario a sclerosi sistemica o altre malattie del connettivo. Accanto ai soggetti con fenomeno di Raynaud primario e secondario stiamo valutando una popolazione di riferimento di soggetti sani, su di loro eseguiamo una valutazione mediante una sonda che riscalda una piccola area di cute. Tale valutazione serve per avere i parametri di riferimento in una popolazione senza malattia, per stabilire le eventuali differenze  tra sani e malati e i valori oltre i quali il test è da considerare patologico. Questo perché non esiste con questa metodica alcuno standard di riferimento. Con altre metodiche, quali ad esempio il laser doppler,  lo stimolo termico si è rivelato utile nella sclerosi sistemica, dato che in questa patologia la risposta cutanea allo stimolo termico è già  compromessa in una fase molto precoce”.

Da sempre la Divisione di Reumatologia ha mostrato una particolare attenzione alle esigenze dei pazienti affetti da questa patologia estremamente complessa e invalidante. A riprova del costante impegno l’apertura di un Ambulatorio dedicato alla Sclerosi Sistemica, punto di riferimento per  visite, valutazioni specialistiche, piani terapeutici e consigli. Aperto ogni martedì pomeriggio e presidiato da 2 reumatologi , 3 infermiere  ed un fisioterapista,  in Ambulatorio i pazienti possono sottoporsi  ad  attente capillaroscopie, visite specialistiche nonché a medicazione delle ulcere distali e a esercizi di riabilitazione della mano sclerodermica.

 “Speriamo di poter realizzare, in un prossimo futuro, il progetto  più ambizioso – prosegue la dottoressa Alessandra Della Rossa –  di un ambulatorio multidisciplinare dove il paziente possa eseguire  nello stesso giorno più valutazioni specialistiche”.

Per ottenere maggiori informazioni i pazienti possono telefonare al  numero 393 6712803 (lunedì e  giovedì  dalle 15.30 alle 18.30) inviare una  mail direttamente alla dottoressa Anna d’Ascanio: adascani@int.med.unipi.it oppure alla dottoressa Alessandra Della Rossa a.dellarossa@ao-pisa.toscana.it

___________________________

Claire Guerrera  – Ufficio Stampa
Lega Italiana Sclerosi Sistemica Onlus

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.