29 Giugno Giornata Mondiale della Sclerosi Sistemica

Associazione Nazionale di Pazienti e Famigliari,
Volontariato e Solidarietà Famigliare.

IRIS APFEL

LE AMICHE GENIALI – IRIS.  Noi alle nuove icone del gusto, le fashion blogger, auguriamo tutto il bene possibile e ci complimentiamo per il loro talento. E, già che ci siamo, auguriamo anche una carriera longeva e articolata come quella di una “ragazza di New York e di 96 anni” che, più o meno, ha cominciato come loro.

Iris Apfel, classe 1921, comincia a lavorare giovanissima come collaboratrice di Women’s Wear Daily e Vogue da studentessa (allora non c’erano ancora i blog). Al mondo della moda serviva una voce fresca e giovane. E ha fatto un po’ di fatica. Le leggendarie e più esperte commentatrici del costume di quei tempi, infatti, mal sopportavano le opinioni di questa stravagante “novellina” che sembrava uscita da un cartone animato.Per questo Iris, pur continuando a frequentare la moda in maniera più o meno diretta, si è dedicata al design. Trasferendo lo stile applicato alla persona, agli ambienti abitati dalle persone. Scelta intelligente (meno concorrenza e meno “profetesse”) e fortunata. Perché le stanze di cui Iris si è occupata sono state quelle di edifici come la Casa Bianca. E quando lei ha smesso di rincorrere la moda, la moda ha cominciato a rincorrere lei. E a incoronarla come icona di stile e di gusto. Nonostante la riluttanza della ragazza a sottostare alle regole e ai dettami delle maison. Pensiamoci un attimo. L’eleganza di un tubino nero è fuori discussione ma è anche “vincere facile”.

I minimalismi, invece, non fanno per Iris. Lei è un trionfo di colori, di stravaganza e di mix superazzardati. Con estrema disinvoltura è in grado di mettere d’accordo un paio di orecchini di Tiffany con una o due, o tante collanone etniche intercettate su qualche bancarella di bigiotteria africana. E se per Chiara Ferragni possiamo dire, “con un corpo così può permettersi qualsiasi cosa”, per Iris funziona meglio: “una personalità così lo stile non lo rispetta, lo crea”. Il suo motto in fatto di moda è “più è più e meno è una noia”. Insomma, Iris è l’anticonformismo nella sua più iperbolica dimensione. E il tempo le dà ragione. Perché ora Iris fa la modella per una grande casa automobilistica. A 96 anni, alla guida di una fiammante CS3 e con circa una settantina d’anni in più rispetto alle sue “colleghe” che troneggiano sulle copertine dei giornali patinati.

Pier Lodigiani

 

Share Button