29 Giugno Giornata Mondiale della Sclerosi Sistemica

Associazione Nazionale di Pazienti e Famigliari,
Volontariato e Solidarietà Famigliare.

Farmaci in fascia C, cosa prevede la nuova legge ?

AGGIORNAMENTO DEI LEA

Il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, il 12 gennaio 2017, ha firmato il Decreto sui Livelli essenziali di assistenza (http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2017/03/18/17A02015/sg). Si tratta dei servizi e delle prestazioni che il Servizio Sanitario Nazionale è tenuto a fornire a tutti i cittadini e che verranno aggiornati annulamente

Cosa è prevìsto per i farmaci in Fascia C, vitamine, integratori, parafarmaceutica, creme etc.

Una volta ottenuta la diagnosi di patologia rara, il cittadino può rivolgersi alla ASL o alle strutture specialistiche designate (Centri di Riferimento, a seconda della patologia) per chiedere l’esenzione corrispondente. Il codice di esenzione permette (finché è valido) di non pagare il ticket per le prestazioni sanitarie (visite, esami) ed i ticket sui farmaci collegati alla cura e al monitoraggio della patologia; tali prestazioni e farmaci sono indicati nel piano terapeutico compilato dal medico specialista pubblico.

In alcune Regioni (ad esempio Piemonte e Lombardia) viene garantito l’accesso gratuito ai farmaci in fascia C (che sarebbero, in realtà, a totale carico del cittadino), purché indicati nel piano terapeutico; seguono lo stesso orientamento e prospettiva quelle regioni che permettono ai “propri” malati rari di accedere anche ai prodotti parafarmaceutici – integratori alimentari, creme etc. , solitamente a pagamento – nel momento in cui vengano inseriti nel piano terapeutico e considerati, all’interno di esso, necessari ed insostituibili.

 

Share Button