LA REUMATOLOGIA NON E’ LA PRIORITA’ IN ATENEO A GERMANETO, DICHIARA IL RETTORE…

Comunicato Stampa 5 dicembre 2018 – Università Mater Domini, Germaneto: la prof. che avrebbe dovuto insegnare reumatologia agli studenti è stata bocciata. A dispetto di ciò il Magnifico Rettore si giustifica :”La reumatologia non è la nostra priorità”

“….La professoressa Rosa Grembiale è stata nominata professore associato di reumatologia d‘ufficio, perché devo fare un concorso? La mia priorità non è la reumatologia, ho appena bandito un concorso per oculistica….” Queste le incredibili affermazioni del Magnifico Rettore dell’Università Magna Grecia di Catanzaro Giovanbattista De Sarro.

L’antefatto: la professoressa Rosa Grembiale insegna Reumatologia all’Università degli Studi di Catanzaro. Peccato che all’ esame per l’abilitazione di questa materia sia stata bocciata. Infatti la commissione dell’abilitazione scientifica nazionale ha bocciato Rosa Grembiale e ha decretato che lei non ha i titoli per insegnare quella materia. Eppure, lo fa senza infrangere nessuna norma. Questo è possibile perché la professoressa Grembiale, con un provvedimento del rettore, viene inquadrata professore associato di Reumatologia. Alla neo professoressa basta questo: per prendere la cattedra senza fare alcun concorso; infatti solo in caso di concorso è necessaria l’abilitazione scientifica nazionale che non ha mai conseguito. A conseguire tale abilitazione invece è stato il dott. Francesco Ursini, calabrese è sempre vissuto in Calabria. Ha studiato lì e ha concentrato tutta la sua attività di ricerca sulla Reumatologia, fino a venire abilitato per il titolo di professore di seconda fascia in questa materia. Ci sarebbe rimasto ma è stato costretto ad andarsene. Il lavoro a cui puntava è stato dato alla dottoressa Rosa Grembiale. Anche lei ha concentrato la sua attività di ricerca sulla Reumatologia, però non è abilitata al titolo di professore di seconda fascia. Questa la denuncia trasmessa martedì 4 dicembre su Mediaset da “LE IENE”

“Deplorevoli sono le affermazioni del rettore De Sarro”, commenta Manuela Aloise Presidente e Socio Fondatore della Lega Italiana Sclerosi Sistemica, “il cui compito primario dovrebbe essere quello di assicurare all’ateneo i migliori docenti accreditati e rispondenti ai requisisti che questa posizione inderogabilmente richiede. Assicurare docenti all’altezza garantisce una preparazione adeguata dei futuri medici!”, prosegue la Presidente, e ancora: “Non mi è chiaro in base a quale criterio il Magnifico decide se la reumatologia – branca importantissima della medicina con un tasso di invalidità e condizioni avverse altissimo – possa essere subordinata all’oculistica. Il fatto poi, conclude Aloise, che il rettore si giustifichi dicendo che queste procedure di semplificazione, per le nomine dei docenti, non siano portate avanti solo nella sua università non lo scagiona, anzi, aggrava una posizione di chi pur sapendo, soprassiede. E’ la riconferma del persistere del Baronato!

Quale Associazione Nazionale di pazienti e famigliari affetti da sclerosi sistemica progressiva, patologia reumatica mediata dal sistema immunitario, chiediamo formalmente agli Organi Accademici preposti la revisione immediata del provvedimento e la messa a bando di un regolare concorso che renda giustizia e legalità. La Lega Italiana Sclerosi Sistemica Onlus – Iscritta ai Registri del Volontariato e della Solidarietà Familiare, ha come missione quella di “informare, sensibilizzare, educare”. E’ presente sul territorio nazionale, promuove campagne educative e rappresenta gli associati presso enti ed istituzioni preposti alla tutela del diritto alla cura.

Per ulteriori informazioni:  www.sclerosistemica.info;  email: ufficiostampa@sclerosistemica.info;

Share This

COMMENTS

Wordpress (0)