DIPENDENZA DA SELFIE

Più si postano immagini di se stessi e più viene voglia di farlo e aumentano i tratti narcisistici della personalità.

A sostenerlo sono alcuni ricercatori delle Università di Swansea, Inghilterra, e dell’Università Statale di Milano. “Già si sapeva che esiste un collegamento tra narcisismo e uso delle immagini sui social ma non avevamo conferma che postare selfie potesse effettivamente aumentare il narcisismo”, dichiara il prof. Phil Reed, docente presso l’Università di Swansea. “Ciò suggerisce che si potrà assistere a una crescente diffusione del disturbo di personalità.” Per 4 mesi, i ricercatori hanno studiato i cambiamenti della personalità in 74 persone tra i 18 e i 34 anni di età che utilizzavano abitualmente i social media per un periodo di permanenza online tra le 3 e le 8 ore al giorno, non per motivi professionali. Il social più utilizzato è risultato essere Facebook, seguito da Instagram e Twitter. “L’uso dei social centrati sulle modalità visive può aumentare la percezione degli individui narcisistici di essere al centro dell’attenzione”, aggiunge il prof. Roberto Truzoli del Dipartimento di Scienze Biomediche e Cliniche L. Sacco dell’Università degli Studi di Milano, supervisore della ricerca e autore insieme alla ricercatrice Caterina Viganò dello studio pubblicato su The Open Psychology Journal. “In particolare, l’assenza di una censura sociale ‘diretta’ può dar loro l’opportunità di esprimere alcuni tratti della personalità narcisistica, presentarsi in modo grandioso e realizzare fantasie di onnipotenza.”

da Redazione clicMedicina – 25 Gennaio 2019

Share This

COMMENTS

Wordpress (0)