REFLUSSO GASTROESOFAGEO, LA PREVENZIONE PRIMARIA

Il reflusso gastroesofageo fa parte delle cosiddette “malattie del benessere” tipicamente diffuse nel mondo occidentale. Obesità, consumo di cibi grassi e contenenti zuccheri raffinati, stili di vita scorretti, fumo e stress concorrono al moltiplicarsi dei casi e acuirsi dei sintomi. La malattia da reflusso gastroesofageo si verifica quando i succhi gastrici vengono in contatto con la parete dell’esofago, provocando bruciore dietro lo sterno e rigurgito acido. Il passaggio di acido dallo stomaco all’esofago avviene fisiologicamente durante la giornata, soprattutto dopo mangiato. Tuttavia, se questi eventi superano una determinata soglia, in termini di frequenza e durata, si verifica una vera e propria malattia.

Sono oltre 6 milioni le persone affette da reflusso gastroesofageo in Italia, una patologia che impatta notevolmente sulla qualità di vita denuncia l’AIRES Associazione Italiana Ricerca Esofago che nasce con lo scopo di educare i pazienti ed orientarli verso un percorso terapeutico adatto.  Il reflusso gastroesofageo è una terapia che viene minimizzata, che spesso si cura con terapie fai da te che alla lunga non portano alcun beneficio. Molti pazienti non conoscono o sottovalutano i rischi legatio al protrarsi negli anni della malattia da reflusso e delle sue possibili serie conseguenze: infiammazioni, esofagite, esofago di Barrett  e persino carcinoma dell’esofago.

8 consigli per migliorare i sintomi: 1-Mantenere il proprio peso forma aiuta a ridurre la pressione sull’addome e a far funzionare meglio il cardias, la valvola che separa l’esofago dallo stomaco 2-Limitare il consumo di bevande gassate  e alcolici in particolare birra e vino bianco frizzante che gonfia lo stomaco 3-Limitare cioccolato, menta, cipolla, pomodoro, spezie, agrumi e caffè: indeboliscono l’azione della valvola 4-Consumare i pasti in una posizione eretta o preferire sedute alte che non costringono il diaframma 5- Masticare accuratamente 6- Ridurre il volume dei pasti specialmente la sera 7-Non andare a letto subito dopo mangiato ma far trascorrere circa 3 ore 8-Una moderata attività fisica è indispensabile per raggiungere l’obiettivo di mantenere il peso forma.

Fonte: Progetto Salute “Stop al Reflusso” AIRES 

 

Share This

COMMENTS

Wordpress (0)