COVID-19: chiedi allo Pneumologo

Le malattie respiratorie croniche sono tra le principali cause di morbilità e mortalità nella popolazione italiana, in particolare in quella con età superiore ai 40 anni, e la loro crescita è in continuo aumento. Si stima che ben il 6-8% della popolazione italiana sia affetta da BPCO e una percentuale lievemente superiore, pur se con diversa distribuzione per classi di età e fattori di rischio, è affetta da asma bronchiale e da sindrome delle apnee notturne. Anche se la loro prevalenza è nettamente inferiore, le interstiziopatie polmonari, in particolare la fibrosi polmonare idiopatica, la fibrosi cistica e le bronchiectasie, hanno un significativo impatto sulla popolazione italiana.

L’apparato respiratorio è il principale bersaglio e strumento di diffusione e trasmissione del COVID-19, recentemente definito anche come SARS-CoV-2 (Sindrome respiratoria acuta grave da coronavirus 2). I coronavirus umani costituiscono un’ampia famiglia di virus respiratori e possono causare malattie delle vie aeree e del polmone da lievi a gravi. Tra queste quelle più importanti per l’uomo sono la MERS (Sindrome respiratoria medio orientale) e la SARS (Sindrome respiratoria acuta grave), oltre al già citato SARS-CoV-2.

Trasmissione del COVID-19

Il coronavirus è un virus respiratorio che si diffonde principalmente attraverso il contatto con le goccioline prodotte dall’apparato respiratorio che sono emesse con la tosse e gli starnuti, raggiungendo in questo modo la distanza di alcuni metri dal soggetto contagiante, o con la respirazione. Ovviamente anche le superfici che hanno impattato con le goccioline prodotte dagli starnuti e dalla tosse, in particolari le mani, diventano vettori del virus, anche se la fonte principale di trasmissione è l’aerosol prodotto durante la respirazione.

Le vie aeree e il polmone come bersaglio del COVID-19

Il virus si lega ad alcune strutture molecolari che sono presenti sulle cellule dell’apparato respiratorio e questo spiega perché il polmone è il principale bersaglio dell’infezione e perché il COVID-19 può provocare delle polmoniti virali.

 

Se vuoi leggere le FAQ vai direttamente al sito da questo link. 15 domande alle tue risposte

inoltre è disponibile il servizio Chiedi a: infocovid@aiporicerche.it

Uno Pneumologo di AIPO ti risponderà via email

Fonte: AIPO Associazione Italiana Pneumologi Ospedalieri

Share This

COMMENTS

Wordpress (0)