La terapia infusionale negata nelle strutture ospedaliere da nord a sud

Buongiorno,
mi chiamo Giusy e mia mamma, Anna di 67 anni é affetta da sclerodermia. Lei vive ad Altamura e segue terapia con Iloprost da 6 anni circa all’ospedale Madonna delle Grazie a Matera. Ha sospeso la terapia da 2 mesi per via della chiusura temporanea del reparto, causa Covid-19.
Non si sa ancora quando sará riaperto il reparto e mia mamma sta peggiorando con i suoi sintomi. Sta perdendo la sensibilità a mani e piedi e negli ultimi giorni son diventati completamente viola, oltre ai dolori che aumentano. Volevo chiedervi se avete notizie di altri ospedali in Puglia che hanno ripreso attività con le varie terapie per la sclerodermia e che magari riescano ad inserire mia mamma per qualche seduta , almeno finché non riaprono il reparto a Matera.
Vi ringrazio anticipatamente, Cordiali saluti, Giusy  – 30 maggio 2020

Buongiorno,
mi chiamo Emanuela, ho la mia mamma di 71 anni, che soffre di sclerodermia da 4 anni.  In genere oltre a vari medicinali , faceva il trattamento con iloprost . Purtroppo a causa del Covid il centro al quale si rivolgeva ha chiuso il reparto, e tuttora siamo in attesa di comunicazioni. Fatto sta che da febbraio la mia mamma non fa il trattamento e ora gli effetti negativi cominciano a vedersi. Ha dolori continui agli arti da che è sempre stata molto  attiva , ora da 15 giorni ha serie difficoltà a fare le scale e addirittura a camminare (una degenerazione improvvisa). Ieri mettendo il piede per fare il passo ha sentito come uno scricchiolio forte al ginocchio e avverte forti dolori. Oltre all aumento del calcio sulle braccia e al non riuscire quasi a dormire. Potreste dirmi dove rivolgermi per fare queste infusioni? Che voi sappiate si possono fare  a domicilio a pagamento? Abitiamo in provincia di Milano. Fin ora ci siamo rivolti al centro che segue la mamma, ma per il momento non ci dicono nulla. Vi ringrazio moltissimo in ogni caso. Buona giornata -10 luglio 2020

TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)