Il mio fenomeno di Raynaud é sempre stato minimizzato

Buongiorno gentile staff dell’associazione Lega Italiana Sclerosi Sistemica,

mi chiamo Adriano e sono un ragazzo di 35 anni della provincia di Pescara.
Vi contatto dopo avervi inviato alcune informazioni sulla mia problematica tramite Facebook ad un commento di un post e voi gentilmente mi avete invitato di approfondire il caso fornendo ulteriori informazioni ed un contatto telefonico.

Il Fenomeno di Raynaud non è più solo d’inverno

Da quando ero piccolo (non ricordo esattamente la prima volta ma ricordo che avevo più o meno sui 15-16 anni) soffro del fenomeno di Raynaud che si presenta quasi esclusivamente d’inverno non coprendo spesso le mani con i guanti, ed ad ogni sbalzo di temperatura che possa avvenire (ad esempio se mi spoglio per fare la doccia e l’ambiente è più fresco). Ho notato che molto spesso la problematica non è legata al freddo delle mani in sé ma a quello del corpo che sentendo lo sbalzo termico mi provoca tale fenomeno. Ho segnalato più volte la problematica nel corso degli anni a diversi dottori i quali hanno sempre detto di coprire bene le mani con guanti ed evitare gli sbalzi. Il fenomeno come vi dicevo si presenta sulle dita di entrambe le mani (a volte anche a chiazze) e può colpire 2 dita, 3 dita, oppure tutte. Per quanto riguarda le mani ed i piedi, li ho sempre freddi ma anche il mio corpo d’ inverno é sempre abbastanza freddo. Ho sofferto pure molto spesso in passato di geloni che mi hanno provocato degli edemi che tuttora sono rimasti su 2 dita.

L’aiuto della Lega Italiana Sclerosi Sistemica

Circa 2 anni fa ho ascoltato tramite radio RDS uno spot della vostra associazione che parlava della problematica. Allora sono andato da un reumatologo a raccontare il fenomeno con cui ormai convivo e che ho gestito nel tempo, ma anche il reumatologo mi disse di conviverci e che non potevo risolverlo. Mi sono fatto comunque prescrivere alcuni esami del sangue da fare per verificare se fosse dovuto a qualche malattia collegata dichiarando che avevo sentito il vostro spot in radio. Mi ha così prescritto delle analisi che ho eseguito che dai risultati non sembrano dare risultati negativi . L’anno scorso ho eseguito anche una capillaroscopia. Continuerò a tenere monitorato il fenomeno di Raynaud.  Sono molto contento di aver scoperto che questo problema viene segnalato dato che molti dottori lo ritengono sempre un problema di poco conto.

Grazie,  Adriano

TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)