La sanità del futuro secondo la ricerca di Doxapharma

La crisi economica e sanitaria portata dalla pandemia di Covid-19 ha mostrato come mai prima d’ora la centralità della salute quale bene comune universale. L’emergenza ha reso inoltre evidente come la tutela della salute sia una responsabilità al contempo individuale e collettiva, un investimento che deve vedere tutti i soggetti protagonisti. Non c’è economia senza salute e non c’è salute senza economia.

Se la pandemia ha messo a dura prova il nostro Sistema sanitario nazionale, questa rinnovata percezione del valore della salute può dare al Paese la forza di reagire, rendendo l’emergenza il punto da cui partire per costruire le basi della sanità del Futuro, che garantisca appieno la tutela del “bene salute”.

Al fine di comprendere gli elementi essenziali per lo sviluppo di una Sanità più moderna, sostenibile e vicina alle persone, Doxapharma ha condotto una ricerca per investigare le attese di chi è destinatario e fruitore del Sistema sanitario nazionale: il cittadino. Dall’indagine è emerso che le aspettative degli italiani in quest’ambito si concentrano principalmente su digitalizzazione, accesso alla cura “oltre l’ospedale” e omogeneità dell’offerta sanitaria in tutto il Paese.

Le tre direttrici della Sanità del Futuro secondo Janssen

Alla luce di quanto emerso dalla ricerca Doxapharma, come Janssen abbiamo identificato tre direttrici attorno a cui riteniamo sia utile ragionare per la costruzione della Sanità del Futuro, anche nell’ottica delle risorse che saranno messe a disposizione del Sistema sanitario nazionale a partire dall’anno prossimo.

Un primo aspetto imprescindibile è il superamento dell’approccio a silos rispetto agli ambiti di assistenza e ai tetti di spesa, al fine di dare spazio ad un nuovo modo di programmare e investire nella salute dei cittadini. Un approccio orizzontale basato sulla valutazione dell’impatto economico complessivo della patologia permetterebbe di svolgere una migliore attività programmatoria di bilanciamento di priorità e di pianificazione degli investimenti. Per allocare le risorse in maniera lungimirante, inoltre, occorre prendere decisioni sulla base di dati solidi e di nuovi modelli predittivi, che rendono necessaria un’infrastruttura digitale robusta ed integrata.

Un secondo elemento fondamentale per la Sanità del Futuro, che si collega direttamente al primo punto, è proprio la digitalizzazione del settore salute. Questa prevede non solo la necessità di nuove dotazioni tecnologiche e infrastrutture, ma anche di investimenti nel capitale umano per agevolare questa trasformazione. La tecnologia, il digitale, l’analisi dei dati, i modelli predittivi e l’intelligenza artificiale hanno un ruolo chiave, ma rimangono pur sempre strumenti abilitanti, che devono andar di pari passo con l’evoluzione delle competenze delle persone.

Infine, sarà importante lavorare sulla flessibilità del Sistema salute, di modo che sia sempre pronto e vicino alle esigenze degli italiani. Lo stesso Ministro della Salute Roberto Speranza ha più volte sottolineato come la prossimità debba essere una delle chiavi della Sanità del Futuro. Proprio sulla base di questo principio, in Janssen siamo impegnati in nuove progettualità per contribuire a sostenere il continuo miglioramento del nostro SSN, accanto a tutti gli attori del sistema.

Il ruolo delle aziende farmaceutiche 

In Janssen, dall’inizio dell’emergenza non ci siamo mai fermati, lavorando su diversi fronti: nella produzione, per garantire disponibilità dei farmaci per i nostri pazienti; nella ricerca, per trovare un vaccino anti-Covid e assicurare la continuità dei trial clinici per tutti gli altri farmaci in fase di sviluppo; nell’accesso, per portare le nostre soluzioni al cittadino laddove ne abbia bisogno, non solo in ospedale.

Tuttavia, ciascuno di noi è chiamato a fare uno sforzo aggiuntivo: secondo l’indagine di Doxapharma, per gli italiani, le aziende farmaceutiche non possono e non devono limitare il proprio impegno alla ricerca, produzione e commercializzazione dei farmaci. Al contrario è importante – attraverso una vera collaborazione pubblico-privato – mettere a disposizione il proprio know-how per contribuire a ridisegnare la Sanità del Futuro.

Condividi

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email

Lascia un commento

Post correlati

Canale Youtube

Seguici

Iscriviti alla Newsletter