Dieci cose da sapere se hai il colon irritabile

Pancia gonfia e colon irritabile? Le cause del colon irritabile sono un punto interrogativo e vanno valutate da un gastroenterologo con esami clinici e strumentali. Dieci le cose da sapere su questa fastidiosa sindrome per riconoscerla e scacciarla.

  1. Colpisce più le donne in un rapporto di 3 a 1. Di solito fa il suo esordio prima dei 30 anni ma viene diagnosticata dopo anni, E’ una sindrome che colpisce anche i bambini a volte per cause genetiche.
  2. E’ una patologia cronica. L’infiammazione si presenta principalmente con costante sensazione di dolore e gonfiore addominale. Il disturbo può essere di tipo diarroico, stitico o alternante. Tra i sintomi il meteorismo o il solo dolore addominale.
  3. La fermentazione. Quando si mangiano determinati alimenti, può provocare negli intestini  irritabili una sensazione di meteorismo o distensione dell’addome. E’ bene rivolgersi ad un esperto senza aspettare.
  4. Una vita compromessa. Quando si soffre di dolore addominale, gonfiore, necessità di andare ripetutamente in bagno la vita diventa un percorso ad ostacoli. La qualità di vita è inferiore rispetto a persone che hanno malattie meglio riconosciute.
  5. Può provocare vergogna. Purtroppo le cose e i problemi che non si riescono a toccare con mano sono difficili da prendere seriamente in considerazione. Sbagliato.
  6. No alle fibre in eccesso. Alcuni per cercare di migliorare la situazione si riempiono di fibre, può essere sbagliato. Parlatene con il dottore.
  7. Quando seve lo specialista. Nel momento in cui i dolori addominali, il meteorismo e le scariche diarroiche impediscono la vita sociale e incidono sulla qualità di vita bisogna fare un controllo dallo specialista.
  8. Siamo quello che assorbiamo. Cereali, frutta, verdura, latticini contengono quantità differenti di oligosaccaridi, disaccaridi, monosaccaridi, e zuccheri che hanno l’abitudine di fermentare. Quando li ingeriamo vengono aggrediti dalla flora intestinale e la pancia tende a gonfiarsi.
  9. Cosa mangiare. Tra i cibi da preferire latte di soia, latte di riso, burro, formaggi stagionati, banane, mirtilli, fragole, pompelmi, uva, meloni, arance, riso, mais farro e pomodori.
  10. Cosa evitare. Latte di mucca, formaggi freschi, mele, pere, albicocche, ciliegie, succhi di frutta, carciofi, asparagi, cavoli, broccoli, ceci, lenticchie, pane e pasta consumati in grande quantità.  No a finocchi, cipolle e piselli. Stop a frumento e segale.

 

Tratto da “Noi e il nostro intestino” Enrico Stefano Corazziari , gastroenterologo

TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)